il motto - Alamari Montatesi

Sito ufficiale della Sezione di Montà d'Alba dell'Associazione Nazionale Carabinieri
Vai ai contenuti

Menu principale:

il motto

rosso e blu
IL MOTTO


Il motto "NEI SECOLI FEDELE", creato nel lontano 1914 per la medaglia commemorativa del primo Centenario dell'Arma dei Carabinieri dal Cap. Cenisio Fusi, fu concesso nel 1933 da Vittorio Emanuele III° alla Benemerita quale motto araldico.

Celebre è pure la frase
"Usi obbedir tacendo e tacendo morir", tratta da "La Rassegna di Novara", poema di Costantino Nigra che qui riportiamo:

Calma, severa, tacita, compatta,
Ferma in arcione, gravemente incede
la prima squadra, e dietro al Re s'accampa
In chiuse file. Pendono alle selle,
Lungo le staffe nitide, le canne
Delle temute carabine. Al lume
Delle stelle lampeggian le sguainate
Sciabole. Brillan di sanguigne tinte
I purpurei pennacchi, erti ed immoti
Come bosco di pioppo irrigidito.
Del Re custodi e della legge, schiavi
Sol del dover, usi obbedir tacendo
E tacendo morir, terror de' rei,
Modesti ignoti eroi, vittime oscure
E grandi, anime salde in salde membra,

Mostran nei volti austeri, nei securi
Occhi, nei larghi lacerati petti,
Fiera, indomata la virtù latina.
Risonate, tamburi; salutate,
Aste e vessilli. Onore, onore ai prodi
Carabinieri!

Costantino Nigra (1828 - 1907)



 
Torna ai contenuti | Torna al menu